Cardiofrequenzimetro da polso

migliori cardiofrequenimetri da polso

Tra i diversi tipi di cardiofrequenzimetri troviamo il cardiofrequenzimetro da polso, del quale ci occuperemo in maniera dettagliata in questa guida.

Se parliamo del cardio da polso è perché il suo ingresso nel settore ha portato diverse novità, in primis la possibilità di misurare l’attività del cuore senza il bisogno di dover indossare una fascia da torace. Questa ad alcuni potrebbe sembrare una piccola novità, in realtà è stata una vera e propria rivoluzione, soprattutto per quanto riguarda alcune attività sportive.

Le aziende hanno presto capito di dover puntare sempre di più su questa tipologia di prodotto, ecco perché oggi si trovano in commercio un gran numero di cardiofrequenzimetri da polso, che vanno ad affiancare i cardiofrequenzimetri con fascia che continuano comunque ad essere venduti in tutto il mondo.

Cos’è il cardiofrequenzimetro da polso?

Partiamo con il dire cos’è il cardiofrequenzimetro da polso. Si tratta innanzitutto di un cardiofrequenzimetro, ovvero di un dispositivo che è in grado di misurare la frequenza cardiaca. La peculiarità di questa tipologia di prodotto è che è in grado di farlo direttamente dal polso.

Questo si può avere perché il sensore HR di cui i modelli di cardio da polso dispongono è integrato nella cassa. Nella maggior parte dei casi si sfrutta una tecnologia a LED – con numero di LED variabile e dunque anche con precisione diversa – che consente di analizzare l’attività del cuore dal polso.

Ciò significa che non sarà necessario dover indossare una fascia sul proprio torace per avvicinare il sensore HR al cuore: basterà tenere al polso lo smartwatch per calcolare la frequenza cardiaca e per allenarsi secondo le soglie di allenamento, le quali consentono di correlare l’intensità dello sforzo ed il tipo di esercizio fisico al livello di attività del cuore.

Vantaggi cardiofrequenzimetro da polso

Quali sono i vantaggi di un cardiofrequenzimetro da polso? E’ questa la domanda che si pongono coloro che stanno valutando l’acquisto di un cardiofrequenzimetro e che sono indecisi se acquistare un modello con sensore HR integrato, oppure un modello con fascia da torace compatibile.

Sebbene entrambe le tipologie siano in grado di misurare la frequenza cardiaca, quella con sensore HR integrato offre il primo vantaggio di non dover indossare la fascia. In molti si abituano presto all’uso della fascia, senza accorgersi di averla durante le sessioni di allenamento. Per quanto possa essere comoda, resta comunque una noia dover porre la fascia sul petto ogni volta per poter avere informazioni sulla frequenza del cuore.

Un altro vantaggio è che si può calcolare la frequenza durante tutto il giorno. Questo perché molti dei modelli con sensore HR integrato sono stati progettati con un design elegante e venduti come smartwatch per sport, ma anche per essere indossati sempre al polso. In questo modo si potranno avere informazioni sull’attività del cuore sia durante le sessioni di allenamento, sia durante i momento di riposo.

Il cardio da polso è la scelta ideale anche per chi ama il nuoto. Basta acquistare un modello con certificazione IP68, la quale garantisce la resistenza alla polvere ed ai liquidi, per potersi allenare tranquillamente in piscina ed al mare, tenendo sotto controllo la frequenza del proprio cuore.

Rispetto ai cardiofrequenzimetri con fascia, il prezzo dei modelli con il sensore HR integrato è solitamente più alto. A conti fatti, la differenza derivante solo dalla posizione del sensore non è così significativa, considerando che la fascia da torace deve essere pagata a parte e che il suo costo non è incluso in quello dello smartwatch.

A far cambiare davvero il prezzo – e questo vale sia per i cardio da polso che per quelli con fascia toracica – sono le funzionalità del modello che si sta per acquistare e il numero di sensori che sono stati montati al suo interno per la raccolta precisa dei dati.

Alcuni affermano che la precisione garantita dal sensore integrato sia inferiore rispetto a quella assicurata dal sensore nella fascia da petto. In realtà questo era vero fino a qualche anno fa, ma le nuove generazioni dei sensori integrati sono riuscite a eguagliare senza sforzo le prestazioni dei cardio con fascia.

Migliori cardiofrequenzimetri da polso: quali sono?

Eccoci giunti a parlare dei migliori cardiofrequenzimetri da polso. Nel corso degli anni sono stati presentati numerosi modelli, alcuni con delle funzionalità di base pensate per poche attività sportive, altri invece con una vasta gamma di funzioni e presentati come modelli multisport.

Sarebbe impossibile parlare in un unico approfondimento di tutti i modelli da polso, per questo abbiamo scelto di segnalare i tre migliori cardio da polso, invitando il lettore interessato a leggere le recensioni che si trovano su questo portale, non solo dei modelli segnalati, ma anche di tutti gli altri che sono stati presi in considerazione.

TomTom Runner 3

L’azienda TomTom, famosissima per i suoi navigatori satellitari, si è cimentata anche nella realizzazione di cardiofrequenzimetri ed ha ottenuto dei risultati interessanti. Segnaliamo il TomTom Runner 3, considerato oggi un ottimo cardiofrequenzimetro da polso, tra l’altro venduto ad un prezzo accessibile (circa 220 euro).

Presenta ovviamente il sensore HR integrato, ma stupisce soprattutto per la vasta gamma di funzioni accessorie, tra le quali si trova addirittura la funzione musica, per accompagnare l’atleta durante le sue sessioni di allenamento.

Il design è interessante, anche se resta più sullo smartwatch sportivo che sullo smartwatch da indossare tutti i giorni. E’ comunque possibile tenerlo sempre al polso, per avere informazioni sull’attività del cuore anche in condizioni di riposo.

Offerta
TomTom Runner 3 Cardio+Music Orologio GPS,...
  • Lettore musicale...
  • Cardiofrequenzimetro...

FitBit Charge 3

Un altro modello da segnalare tra i migliori è il FitBit Charge 3, che si presenta con un design elegante e con una forma molto compatta. Il costo è di soli 142,99 euro e questo lo rende un ottimo modello per coloro che sono alla ricerca di un cardiofrequenzimetro da polso in grado di offrire delle prestazioni di qualità, senza però obbligare a spendere una cifra eccessiva.

Interessante anche la possibilità di misurare la qualità del sonno, insieme a tante altre funzioni rivolte più propriamente all’attività sportiva, tra cui ovviamente la possibilità di misurare la frequenza del cuore semplicemente tenendo al polso il device.

Offerta
Fitbit Charge 3, Tracker Avanzato per Fitness e...
  • Con un'autonomia della...
  • Progettato per resistere...

Suunto Spartan Trainer

Il Suunto Spartan Trainer è un modello che stupisce fin dalla prima lettura delle sue caratteristiche, in particolare se queste stesse caratteristiche sono rapportate al prezzo del prodotto. L’azienda dispone in commercio di un gran numero di dispositivi e ha deciso di superarsi di nuovo.

Con questo modello ha scelto infatti di dar vita ad un cardio da polso con funzionalità avanzate e con prezzo contenuto, considerando che al momento si trova su Amazon a soli 181,99 euro.

Oltre alle diverse funzioni tecniche, c’è da dire anche che questo modello presenta un design molto elegante, il quale lo rende uno smartwatch da indossare sempre. Questo, abbinato al fatto che c’è un sensore HR integrato per la misurazione costante della frequenza cardiaca, fa capire come mai il dispositivo sia molto amato.

Il peso di 57 grammi è un’altra caratteristica da non sottovalutare, in particolare se si ha intenzione di indossarlo di continuo. Ottima la durata della batteria: 4 giorni di autonomia senza l’uso del sensore GPS integrato, 8 ore se invece si sceglie di attivare anche questo sensore per avere più informazioni. Con il sensore GPS sarà possibile tracciare il percorso e conoscere in qualsiasi istante la propria posizione precisa.

Suunto Spartan Trainer Wrist HR, Cardiofrequenzimetro...
  • Leggero e sottile: ottimo...
  • Adatto a oltre 80 sport...