Cardiofrequenzimetri Polar

Possedere un cardiofrequenzimetro Polar è il desiderio di molti, un desiderio che tra l’altro può essere avverato dal momento che la casa produttrice ha previsto numerosi modelli, ben stratificati in termini di prezzo.

E’ bene vedere quali sono le caratteristiche principali che possiamo aspettarci quando ci rivolgiamo ad un cardiofrequenzimetro Polar. Ovviamente bisogna ricordare che modelli diversi hanno specifiche tecniche e caratteristiche diverse, ma ci sono alcuni punti in comune che costituiscono il marchio di fabbrica e che possiamo ritrovare in tutte le versioni del dispositivo.

Fin dalla prima occhiata possiamo notare la cura per i dettagli. Tutti i cardiofrequenzimetri Polar, anche i modelli più semplici e meno costosi, sono realizzati con grande cura. L’azienda si è impegnata per commercializzare solo prodotti di qualità, che rispettino appieno la filosofia del marchio e che possano essere un’occasione di vanto per coloro che li indossano.

Da questa visione del prodotto sono nati dei cardiofrequenzimetri da polso ed anche dei cardiofrequenzimetri con fascia dotati delle migliori innovazioni software e dei migliori sensori GPS.

L’azienda ha deciso innanzitutto di rivolgersi sia a coloro che sono alla ricerca di un prodotto da indossare come un orologio, sia a coloro che voglionoacquistare un cardiofrequenzimetro da fissare al petto con l’apposita fascia.

In entrambi i casi lo scopo finale è misurare la frequenza cardiaca ed in entrambi i casi questo obiettivo può essere raggiunto con grande precisione. Ciò che differisce è semplicemente la collocazione del sensore, che può essere posto o al polso, o sul petto.

In commercio si trovano dispositivi di diverso tipo, con caratteristiche differenti ed anche con costi molto variabili. Si va dai cardiofrequenzimetri di base, che registrano l’attività cardiaca e pochi altri parametri, fino ad arrivare a dei dispositivi per professionisti, in grado invece di tenere sotto controllo un elevato numero di parametri fisiologici.

Quest’ultima tipologia di prodotti è rivolta agli sportivi professionisti, o anche a coloro che si sono avvicinati da poco al mondo dello sport, ma che comunque hanno il desiderio di disporre di una grande quantità di dati. I dati delle performance possono essere registrati ed analizzati, così da capire quali sono gli errori che si stanno commettendo e da individuare i progressi che si sono fatti.

Molti modelli in commercio sono dotati della tecnologia Bluetooth. Grazie a questa, è possibile collegare il cardiofrequenzimetro allo smartphone, così da accedere in pochi secondi ai dati che sono stati registrati. I modelli da polso sono pensati per poter essere utilizzati ventiquattro ore su ventiquattro e non solo durante l’allenamento. Avere la connessione diretta con lo smartphone aiuta a sfruttare al massimo i dati che vengono registrati.

Un altro grande punto di forza dell’azienda è l’impegno che ha messo nella realizzazione di cardiofrequenzimetri specifici per alcuni sport. A differenza di altre società competitrici, la Polar ha scelto di realizzare alcuni modelli pensati appositamente per particolari sport. Il classico esempio è quello del cardiofrequenzimetro per equitazione, che ha il vantaggio di poter monitorare il cavallo, oltre che i parametri fisici del fantino.

Per scegliere il proprio cardiofrequenzimetro Polar bisogna dare uno sguardo ai diversi modelli presenti in commercio ed innanzitutto operare una selezione tra i modelli da polso ed i modelli da torace. Dopo aver fatto questa prima scelta, bisogna procedere con il valutare le caratteristiche dei modelli rimasti in gara e le loro specifiche tecniche.

Nel caso in cui in catalogo dovesse essere presente un cardiofrequenzimetro pensato appositamente per lo sport che si pratica, consigliamo di rivolgersi a quello. Questo aiuterebbe ad avere le funzioni di cui realmente si ha bisogno, individuate da un’attenta analisi dell’azienda e da studi effettuati intervistando coloro che praticano lo stesso port.